Skip to Content

Alda Merini chi era la celebre poetessa a cui hanno dedicato un film TV ‘Folle d’amore’

Alda Merini penna illustre che ha dato vita a celebri poesie e aforismi rimasti per sempre nell’immaginario collettivo e che compongono le pagine più importanti della letteratura italiana.

La giornata mondiale della poesia ci ricorda la nascita di questa grande donna che nella scrittura ha trovato la forza per superare la malattia di cui era stata diagnosticata: il disturbo bipolare. Facciamo la conoscenza di questa rinomata poetessa milanese nell’articolo di oggi. Restate sintonizzati fino alla fine.

Alda Merini
Alda Merini

Alda Merini chi è?

Se siete appassionati di poesie struggenti, libri di grande spessore e aforismi, il nome di questa anima nobile del nostro paese non vi sarà di certo sconosciuto.

La poetessa Alda Merini è una delle più importanti e celebrate del dopoguerra, che ha ispirato una moltitudine di scrittori, poeti, filosofi e semplicemente chiunque si sia imbattuto in una delle sue opere.

Abile aforista, tra le più talentuose e lungimiranti, negli anni novanta ha raggiunto l’apice della sua produzione in questo specifico settore, come testimoniano Il Catalogo Generale delle Edizioni Pulcinoelefante, pubblicato nel 1997 da Scheiwiller, che contiene più di cinquecento mini testi e Aforismi e magie, edito nel 1999 da Rizzoli, che raccoglie tutte le migliori opere di questo particolare genere di scrittura. Il volume è impreziosito dalle illustrazioni e dai disegni di Alberto Casiraghi, grande amico della stessa Merini e anch’esso poeta.

Celebre è anche il volume ricco di bellissime poesie inedite intitolato Alda Merini, che include i disegni dell’artista Aligi Sassu, ovvero delle illustrazioni stampate su torchio in litografia e serigrafia.

Grande scrittrice, attiva dagli anni cinquanta, è stata insignita di parecchi premi e onorificenze molto prestigiose, come Dama di commenda dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana nel 2002; Laurea magistrale honoris causa, in Teorie della comunicazione e dei linguaggi nel 2007; il Sigillo longobardo nel 2002;
Il Premio Viareggio per la poesia nel 1996 e la nota Targa Paolo Volponi nel settembre 1997, promossa dalla Casa dei pensieri.

Nel corso della sua attività letteraria, è stata avanzata la sua candidatura al premio Nobel per la letteratura.

Inoltre ha avuto una grande influenza in ambito culturale, tanto che le è stato dedicato un film TV nel 2023, intitolato Folle d’amore – Alda Merini, diretto da Roberto Faenza e interpretato da Laura Morante.

Continuate a leggere le prossime linee dove andremo ad analizzare la vita privata e la straordinaria carriera di questa donna eccezionale.

Alda Merini biografia

Alda Giuseppina Angela Merini, nome completo della poetessa, è nata a Milano il 21 marzo del 1931 ed è scomparsa sempre nel capoluogo lombardo a causa di un osteosarcoma, il 1 novembre del 2009.

Furono celebrati i funerali di Stato e la sua salma riposa nel Cimitero Monumentale di Milano, nella Cripta del Famedio.

I suoi genitori erano Nemo Merini, impiegato di concetto di origini nobili ed Emilia Painelli, casalinga.

Aveva una sorella, Anna e un fratello di nome Ezio.

Dopo le elementari, ha studiato presso l’Istituto Professionale Femminile Mantegazza.

Da sempre amante della poesia e della scrittura, nei primi anni cinquanta ha frequentato sia per lavoro che per amicizia, Salvatore Quasimodo, celebre esponente dell’ermetismo.

Alda Merini età, segno zodiacale

L’età della scrittrice milanese al momento della sua dipartita era di 78 anni e il suo segno astrologico era quello dell’Ariete.

Alda Merini
Alda Merini

L’altezza e il peso di Alda Merini non sono disponibili.

Fumatrice incallita, è stata per diversi anni rinchiusa in un manicomio, per via dei suoi disturbi mentali di bipolarismo.

Alda Merini marito e figlie

Ha avuto negli anni cinquanta una relazione con lo scrittore e giornalista Giorgio Manganelli.

Nel 1953 ha sposato Ettore Carniti, con cui ha messo al mondo le quattro figlie di Alda Merini, Emanuela, Flavia, Simona e Barbara.

Nel 1964 il marito insistette per farla internare nell’Ospedale Psichiatrico Paolo Pini di Milano, dove è rimasta fino al 1972, alternando momenti di ricovero a periodi trascorsi a casa.

Nell’ottobre del 1984 sposa in seconde nozze il poeta Michele Pierri, con cui va a vivere a Taranto.

Al pediatra Pietro De Pascale, che le è stato molto vicino, ha dedicato la raccolta di versi Tu sei Pietro, pubblicata nel 1962.

Carriera

Dopo aver pubblicato alcune poesie, nel 1953 esce il suo primo tomo di versi, La presenza di Orfeo a cui fa seguito Paura di Dio, edito nel 1955 che annovera le poesie scritte dal 1947 al ’53.

Dopo un lungo periodo di inattività, nel 1979, scrive i suoi pezzi più intensi e strazianti.

Nel 1984 viene pubblicato quello che viene considerato il suo capolavoro, La Terra Santa, che si aggiudica nel 1993 il Premio Librex Montale.

Nel 1986 pubblica L’altra verità. Diario di una diversa, suo primo libro in prosa. A questa opera seguiranno Fogli bianchi del 1987, La volpe e il sipario del 1997 e Testamento.

Nel 1995 escono i libri di Alda Merini, La pazza della porta accanto e Ballate non pagate, che si aggiudica il Premio Viareggio.

L’anno successivo esce il volume La vita facile e nel 1997 viene pubblicato L’altra verità. Diario di una diversa.

Dopo la sua scomparsa, esce l’album postumo Una piccola ape furibonda – Giovanni Nuti canta Alda Merini, con la scrittrice che canta insieme al cantautore il brano Prima di venire.

Alda Merini
Alda Merini

Nel marzo del 2010 il Comune di Milano ha posto una targa sul muro dell’abitazione della poetessa situata sui Navigli.

Instagram

La poetessa non è presente sulla piattaforma Instagram Alda Merini.

Tuttavia è disponibile la pagina web della celebre scrittrice Alda Merini sito ufficiale, molto ricco e ben curato, che potete vedere andando su www.aldamerini.it.

Gossip Chi, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA