Skip to Content

Giorgio Strehler chi è, origini, politica, Piccolo Teatro, mogli, morte

Pilastro della cultura italiana, uomo di spettacolo di spessore internazionale, stiamo parlando ovviamente di Giorgio Strehler, che grazie alla sua lungimiranza ha fondato alcuni dei templi del teatro nostrano.

Giorgio Strehler
Giorgio Strehler

Giorgio Strehler chi è?

Se siete amanti delle opere teatrali di qualità e spessore, vi sarà sicuramente capitato di sentire nominare il nome di questo maestro indiscusso del teatro italiano e mondiale.

Il regista teatrale e direttore artistico Giorgio Strehler ha messo in scena, nel corso della sua incredibile carriera, alcuni dei classici più iconici della letteratura internazionale, opere di penne illustri quali: William Shakespeare; Anton Čechov; Carlo Goldoni; Henrik Ibsen; Georg Büchner, senza tralasciare opere più contemporanee di scrittori come Thornton Wilder; Tennessee Williams; Albert Camus; Ernst Toller e il siciliano Luigi Pirandello.

Abile traduttore di testi in lingua straniera, ha lavorato con scrittori, poeti e intellettuali quali: Salvatore Quasimodo; Cesare Vico Lodovici; Carlo Bo e Vittorio Sereni.

Tra le pièces fondamentali dirette dal grande Giorgio Strehler c’è sicuramente la Trilogia della villeggiatura del 1954; l’Opera da tre soldi di Bertolt Brecht del 1956, e Vita di Galileo del 1963.

Epici furono anche gli allestimenti di Arlecchino servitore di due padroni.

Molti i libri di Giorgio Strehler, pubblicati recuperando i suoi testi originali, tra i più recenti troviamo Lettere agli italiani, uscito nel novembre del 2021, e Shakespeare Goldoni Brecht, edito nel maggio 2022, entrambi curati da Giovanni Soresi e pubblicati direttamente dal Piccolo Teatro in collaborazione con la casa editrice il Saggiatore.

Giorgio Strehler, libri di Giorgio Strehler
Giorgio Strehler libri

Ha avuto anche una breve esperienza nella politica nel corso degli anni Ottanta.

Nel 1983 è stato eletto come Parlamentare Europeo nelle file del PSI; e dal 1987 a Palazzo Madama, in qualità di Senatore della Sinistra Indipendente.

Nel nostro articolo odierno, andremo a ripercorrere la vita privata e la straordinaria carriera di questo genio del teatro italiano.

Giorgio Strehler biografia

Il noto regista teatrale e drammaturgo Giorgio Strehler è nato a Trieste, il 14 agosto del 1921.

Nato e cresciuto a Barcola, paesino in provincia di Trieste, la famiglia di Giorgio Strehler è un miscuglio di lingue e culture, visto che il nonno era di origini slave e francese la nonna, mentre il papà era nato in Austria, a Vienna.

Perde il padre all’età di sette anni e di conseguenza si trasferisce con la madre, violinista di livello internazionale, a Milano, ed è qui che assistendo ad una messa in scena dell’opera Una delle ultime sere di Carnovale di Carlo Goldoni, si appassiona al teatro, decidendo di iscriversi all’Accademia dei Filodrammatici, dove nel 1940 ottiene il diploma.

Durante la seconda guerra mondiale, si è dovuto rifugiare a Mürren, in Svizzera, usando il cognome della nonna, Firmy. Qui, insieme al regista cinematografico Dino Risi e Franco Brusati, ha fondato un Cineclub.

Giorgio Strehler età, segno zodiacale

Il talentuoso drammaturgo Giorgio Strehler è scomparso a Lugano, in Svizzera, il 25 dicembre del 1997, all’età di 78 anni. Le sue ceneri riposano nel cimitero di Sant’Anna a Trieste.

Inoltre, il suo segno zodiacale era quello del Capricorno.

Giorgio Strehler mogli

La vita del direttore artistico friulano è sempre stata ricca di storie d’amore e passioni fugaci.

La prima moglie di Giorgio Strehler è stata Rosita Lupi, ballerina e coreografa. I due sono convolati a nozze grazie al fervore di un amore giovanile.

Giorgio Strehler moglie, Giorgio Strehler Rosita Lupi
Rosita Lupi (sopra), prima moglie di Giorgio Strehler (sotto)

Purtroppo la loro unione è terminata quando il regista si è invaghito di un’altra donna, la giovane Ornella Vanoni, mito della musica leggera italiana, con cui visse una storia tormentata, non ha giovato la grande differenza di età.

Nel 1981 ha sposato in seconde nozze Karina Stumpf, nata nel 1942, talentuosa attrice teatrale tedesca conosciuta qualche anno prima. Anche questo matrimonio è naufragato.

L’ultima compagna del grande maestro, fino alla fine dei suoi giorni, è stata Mara Bugni.

D’altronde, Strehler non ha mai avuto figli, anche se in lui c’era sempre stato il forte desiderio di diventare papà.

Instagram

Non sono presenti pagine Instagram Giorgio Strehler in suo onore.

Ma invece è attivo un sito internet molto curato e interessante che contiene una sua biografia completa, potete dare un’occhiata sulla pagina web www.giorgiostrehler.it.

Giorgio Strehler carriera

Nel 1947 ha fondato insieme a Nina Vinchi e Paolo Grassi, il Piccolo Teatro di Milano, sito in via Rovello, inaugurato con l’opera L’albergo dei poveri di Maksim Gor’kij.

Otto anni più tardi, nel 1955, mette in scena un classico della drammaturgia milanese, El nost Milan di Carlo Bertolazzi, con le musiche di Fiorenzo Carpi, che ottiene un incredibile successo.

Dopo molteplici successi negli anni sessanta e settanta, nel 1983, fonda il Théâtre de l’Europe a Parigi, e nel 1985 prende vita Il Teatro d’Europa, di cui diviene Direttore e sceglie come collaboratori il critico Renzo Tian e l’esperto di teatro e regista croato Peter Selem.

Più tardi, nel 1990, crea assieme a Jack Lang, l’Unione dei Teatri d’Europa, associazione per valorizzare gli scambi culturali.

E sempre nello stesso periodo, vince il Premio Europa per il teatro. Nel novembre del 1992 gli viene consegnata dall’Università degli Studi di Pavia, la laurea honoris causa in lettere.

Infine, nel 1997, Giorgio Strehler mette in scena il suo ultimo spettacolo, Così fan tutte di Mozart, per l’inaugurazione del Teatro di Largo Greppi, nuova sede del Piccolo Teatro di Milano.

Gossip Chi, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA