Skip to Content

Perché Jannik Sinner ha lasciato gli ATP 1000 Madrid?

Jannik Sinner, Jannik Sinner madrid
Jannik Sinner mentre gioca agli ATP Madrid 2024

La partita di martedì 30 aprile 2024 agli ottavi di finale ATP 1000 Madrid ha regalato la vittoria a Jannik Sinner nel match contro il russo Karen Khachanov, finito in tre set 5-6-6 e 7-3-3 a favore dell’altoatesino.

Il giorno precedente, ovvero lunedì 29 aprile, l’azzurro aveva già accusato un dolore all’anca destra durante il terzo turno mentre disputava il match contro Pavel Kotov, dove nonostante tutto ha battuto il russo in due set, passando così agli ottavi di finale e battendo anche qui Khachanov nella partita di martedì, come accennato prima.

Purtroppo mercoledì 1 maggio, ancora prima di scendere in campo, l’azzurro si è ritirato dagli ATP 1000 Madrid e ha saltato la partita ai quarti di finale che lo avrebbe portato a sfidarsi per la semifinale contro il tennista canadese Felix Auger-Aliassime, che di diritto si è aggiudicato i punti.

Attraverso un messaggio sui social Sinner ha comunicato il forte dispiacere per essersi dovuto ritirare, ma deve seguire i consigli medici e sottoporsi ad ulteriori test per superare l’anca dolorante in vista dei prossimi tornei, gli Internazionali d’Italia e il Roland Garros.

I problemi all’anca hanno costretto Sinner a preservarsi per gli Internazionali di Roma, dove non è ancora certa la presenza del serbo Djokovic, che nel caso non dovesse partecipare continuerebbe comunque a primeggiare nella classifica ATP mondiale come il tennista numero uno, qualunque sia il risultato.

Anzi nel caso Jannik Sinner vincesse a Roma e Novak non prendesse parte agli Internazionali, il sorpasso non ci sarebbe comunque, perché entrambi i tennisti avrebbero totalizzato rispettivamente 9810 punti l’azzurro contro i 9770 del serbo.

Oltre agli Internazionali di Roma, Jannik Sinner si deve preparare anche per un altro torneo importante in prossimità, il Roland Garros, dove invece esiste la possibilità di sorpassare il serbo.

Gossip Chi, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA