Skip to Content

Agostino Viviani chi è, Elly Schlein, biografia, carriera

Personaggio storico italiano di grande lustro e caratura e navigato politico antifascista, stiamo parlando ovviamente di Agostino Viviani, nonno materno di uno degli esponenti politici di opposizione più importanti di questo periodo.

Agostino Viviani, nonno di Elly Schlein
Agostino Viviani (1911-2009)

Agostino Viviani chi è?

Per tutti coloro che si stessero chiedendo, chi era il nonno di Elly Schlein? Ve lo diciamo subito!

Lo storico senatore Agostino Viviani, che ha militato per parecchi anni nel Partito Socialista Italiano, è stato uno dei membri che fecero parte del Comitato di Liberazione Nazionale, nella provincia di Siena.

Nel 1945 è entrato anche a far parte della Consulta Nazionale, ultimo parlamento prerepubblicano, prestando servizio nella Commissione del Lavoro.

Politico dotato di grande lungimiranza, fu il primo a firmare un disegno di legge per proporre la responsabilità civile dei magistrati, per frenare l’utilizzo illegale della funzione giurisdizionale.

Per questo motivo, fu attaccato aspramente da parte dell’Associazione Magistrati e da molti dei suoi colleghi illustri come Bettino Craxi, episodio che gli costò la ricandidatura nelle fila del PSI, alle elezioni del 1979.

Esperto avvocato Agostino Viviani, prevalentemente penalista, all’inizio della sua carriera si è distinto nell’esercizio dell’attività forense, occupandosi dei lavoratori tra gli anni ’40 e nei primi anni ’50, specializzandosi nella difesa dei mezzadri, nella battaglia contro i proprietari terrieri.

Ha scritto diversi libri e saggi per periodici, tra i più importanti possiamo citare: La degenerazione del processo penale in Italia, edito nel 1988; Il nuovo Codice di Procedura Penale: una riforma tradita, del 1989; e La chiamata di correo nella giurisprudenza, pubblicato da Edizioni Giuffrè nel 1991.

Nel nostro articolo odierno, andremo a analizzare la vita privata e la straordinaria carriera di questo stimato uomo di legge.

Agostino Viviani biografia

Il senatore e avvocato Agostino Viviani è nato a Siena, in Toscana, il 10 dicembre del 1911 ed è scomparso a Milano il 20 febbraio del 2009, all’età di 98 anni.

Laureatosi in giurisprudenza all’Università di Siena con 110 lode, sin da giovane ha manifestato il suo rifiuto al fascismo, facendo il servizio premilitare tra gli operai e i contadini della sua zona.

Ha superato brillantemente l’esame di abilitazione per l’esercizio della professione di avvocato nel 1934.

Inoltre, ha fatto parte del Consiglio dell’Ordine di Siena, costituito dopo la liberazione.

Fervido sostenitore della parità all’interno della vita famigliare, quali, diritti dei coniugi, aborto e parità fra accusa e difesa durante un processo.

Agostino Viviani, nonno di Elly Schlein
Agostino Viviani, nonno materno di Elly Schlein

Fratello maggiore di Arturo Viviani, noto deputato della Democrazia, e nonno materno di Elly Schlein, attuale Segretaria Nazionale del Partito Democratico ed ex Vicepresidente della Regione Emilia-Romagna.

Agostino Viviani carriera

Ha iniziato la sua carriera politica nel 1937, iscrivendosi al Partito d’Azione.

Dopo la liberazione dal fascismo, insieme a Lelio Basso e ad Umberto Terracini, ha preso parte ad importanti processi politici, come quello di Abbadia San Salvatore inerente all’attentato ai danni di Palmiro Togliatti, nel luglio del 1948.

In più, ha fatto parte del collegio di difesa della parte civile, contro i crudeli delitti perpetrati dai nazi-fascisti a Firenze.

Nel 1952, si trasferisce a Milano, per esercitare la professione forense, prendendo parte a parecchi processi politici, sotto l’egida del Governo Tambroni.

Abile giornalista pubblicista, ha collaborato con diverse testate e riviste politiche.

Per di più, ha rivestito il ruolo di Consigliere prima e dopo Presidente della Società Umanitaria. È stato anche Consigliere Assessore e Sindaco del Comune di Mortara, nel Pavese, a cavallo degli anni sessanta.

Poi, nel 1972, viene eletto Senatore della Repubblica Italiana nelle liste del PSI.

Oltre a questo, ha fatto parte della Commissione Consultiva per la riforma del codice di procedura penale, in veste di Presidente della Commissione Giustizia, approvando la storica riforma del diritto di famiglia.

Successivamente, nel 1975, ha riformato l’ordinamento penitenziario e la legge sulla disciplina delle sostanze psicotrope e stupefacenti.

Dopo aver ripreso l’attività politica, nel 1981 si è dimesso dal PSI per dissensi con la linea del partito di quel periodo, ma ha continuato ad occuparsi di politica e diritti sociali, specialmente per quanto concerne i diritti alla persona e in particolar modo, il diritto alla difesa e al giusto processo.

L’avvocato Agostino Viviani si è sempre battuto per limitare lo smisurato credito che lo Stato dava ai pentiti di mafia e le conseguenze negative che potevano ricadere su persone innocenti, emblematico fu il caso di Enzo Tortora, celebre personaggio televisivo del periodo, assolto dopo aver passato più di sette mesi di reclusione.

In aggiunta, ha fatto parte diverse volte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano, ed è stato anche Presidente della Camera Penale di Milano.

Nel 1987, è stato insignito dell’ambito Ambrogino d’oro.

Dal 1994 al 1998, il Senatore ed ex Sindaco di Mortara Agostino Viviani, ha fatto parte del Consiglio Superiore della Magistratura, in qualità di membro laico in quota Forza Italia, durante il primo governo presieduto dal Cavaliere Silvio Berlusconi, Senatore di lungo corso ed attuale Presidente del Partito di Coalizione di centro destra.

Da sempre Agostino Viviani è stato un grande sostenitore della necessità della separazione tra carriera e funzione dei magistrati requirenti, detti anche Pubblici Ministeri, da quelle dei Giudici, cosa che nel corso degli anni, gli ha creato diversi problemi per via di parecchi retrattori ostili.

Gossip Chi, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA