Skip to Content

Laura Valente chi è la madre di Angelina Mango, età, Matia Bazar

Vi siete mai chiesti chi è la mamma di Angelina Mango di Amici? Si chiama Laura Valente, moglie del compianto cantante Giuseppe Mango, noto semplicemente come Pino Mango.

Tutti abbiamo sentito e ballato questa estate il tormentone estivo Ci pensiamo domani, con la voce della seconda classificata del talent show Amici 22, condotto da Maria De Filippi. Dietro a questa promettente figlia d’arte, c’è una mamma da cui ha ereditato l’amore per la musica, di cui ci occuperemo oggi.

Laura Valente, madre di Angelina Mango, moglie di Mango
Laura Valente (Fonte: Instagram)

Laura Valente chi è?

Vedova di Mango e madre di Angelina Mango, ex allieva di Amici 22 e protagonista di uno dei tormentoni estate 2023.

Insieme al compianto cantautore Pino Mango, diede vita, come corista, a brani di successo che segnarono la carriera di uno degli artisti più amati del panorama musicale italiano.

Approfondiamo nelle prossime righe tutto quello che riguarda la biografia, gli esordi, la carriera e la vita privata di questa talentuosa donna.

Laura Valente biografia

Nasce a Milano il 3 settembre 1963.

Ha scelto di utilizzare il nome d’arte Laura Valente, all’anagrafe è registrata come Laura Brumotti.

Laura Valente, ex cantante dei Matia Bazar, moglie di Mango, madre di Angelina Mango
Laura Valente (Fonte: Instagram)

Sin da piccola mostra un forte interesse per la musica, iniziando a suonare la chitarra e perfezionando le sue abilità vocali, grazie al suo talento innato.

Laura Valente età, segno zodiacale

La domanda che si fanno i fans di Angelina Mango sicuramente è quanti anni ha Laura Valente? Ne ha 60 e il suo segno zodiacale è la Vergine.

Per quanto riguarda il suo peso e l’altezza, non abbiamo a disposizione questi dati.

Laura Valente marito

Dal 1983 ha iniziato una relazione sentimentale con Pino Mango, con cui ha messo al mondo due figli, prima ancora di sposarsi nel 2004.

Quanti figli ha Laura Valente?
Ne ha due. Il primogenito, Filippo, nato nel 1995; e Angelina, del 2001.

Pino Mango moglie, vedova di Mango, madre di Angelina Mango, Laura Valente Pino Mango
Laura Valente e Pino Mango

Pino Mango e Laura Valente si erano conosciuti nel 1983 dopo che il cantante la scelse come corista per due brani contenuti nell’album Australia, del 1985. La sorprendente duttilità vocale della donna le permise di fare la voce di La massa indistinguibile e Mr. Noi.

Entrambi i figli di Laura Valente hanno seguito le orme dei genitori, Filippo si dedica alla musica, come batterista. Mentre Angelina Mango, come ormai sappiamo, è una talentuosa e giovane cantante rivelazione che quest’estate ha proprio dominato le classifiche musicali con il tormentone Ci pensiamo domani.

Filippo e Angelina Mango hanno un rapporto molto stretto con la loro madre Laura.

Purtroppo una triste vicenda accade nella famiglia di Mango, quando nel 2014 Laura Valente ha subito il doloroso lutto della morte di Mango.

Il cantante che ha fatto la storia della musica leggera italiana è deceduto nella mezzanotte dell’8 dicembre 2014, dopo aver accusato un forte malore in un concerto a scopo benefico, World of Colours, tenutosi presso il Palaercole di Policoro, comune della Basilicata in provincia di Matera.

Quel malore del cantante di Lagonegro, si è rivelato essere un infarto che l’ha colpito mentre stava suonando il piano per accompagnare le note di una delle canzoni famose di Mango, Oro.

Purtroppo, il padre di Angelina Mango muore prima di raggiungere l’ospedale, a causa di un infarto fulminante. Curiosamente, il cantautore aveva espresso, in precedenti occasioni, a sua moglie il desiderio di morire sul palco.

Carriera

A seguito della vittoria conquistata nel Concorso Nazionale per Cantautrici di Castellana Grotte, in Provincia di Bari, nel 1981, con la canzone intitolata La storia di un drogato, debutta come corista, affiancando altri artisti nelle loro canzoni.

La svolta nella sua carriera però è decollata grazie al cantautore e compositore Gianni Bella, che si accorge del suo talento e la ingaggia per duettare in due canzoni dell’album realizzato in collaborazione con Mogol, intitolato G.B.2, uscito nel 1984, dove presta la sua voce per i brani Disagio e Sudafricana.

Questa esperienza la porta poi a firmare un contratto con la casa discografica Fonit Cetra, nel 1984, etichetta con cui poi incide due brani in collaborazione con Pino Mango, per l’album Australia del 1985, Mr. Noi e La massa indistinguibile, con i testi di Mango e Giulio Rapetti.

Pubblica il suo primo e unico album da solista, Tempo di blues, nel 1986, in cui è presente anche Mango in qualità di compositore degli otto brani facenti parte dell’album in questione. Tuttavia, non raggiunge il successo di vendite sperato, ma si fa conoscere e apprezzare dalla critica per le sue sfumature musicali e l’espansione della sua voce.

Da lì a breve, colpito dal talento musicale della donna, inizia un sodalizio lavorativo come corista di Mango, con cui incide i brani dell’album Odissea, del 1986, e parte con lui per l’intero tour musicale dell’artista e voce di Bella d’Estate.

Nel 1990, la vediamo ancora come corista del cantante di Lagonegro, prestando la sua voce per il brano Ma com’è rossa la ciliegia, contenuto nell’album di Mango Sirtaki, vincitore di sette dischi d’oro, prodotto da Mogol e Armando Mango.

Sempre nello stesso anno, entra a far parte del quintetto Matia Bazar, su suggerimento del batterista della band, Piero Cassano, in sostituzione della storica vocalist Antonella Ruggiero, che lascia il complesso nel 1989.

Da lì in poi, la Valente diventa la leader della storica formazione musicale genovese con cui esordisce sul palco di un concerto tenutosi ad Amsterdam, nel giugno 1991, esibendosi davanti a un pubblico di più di ventimila persone.

Con i Matia Bazar Laura Valente incide il suo primo album come nuova componente della band, il dodicesimo album del quintetto, Anime pigre, e si presenta al Festival di Sanremo 1992 con Piccoli giganti, che arriva sesto nella categoria Campioni. Stesso anno in cui il gruppo partecipa anche al Festivalbar e al Cantagiro.

Nell’ottobre 1992, la coppia Pino Mango e Laura Valente omaggia il mito della musica leggera, Lucio Battisti (padre di Luca Filippo Carlo Battisti), con un duetto di Pensieri e parole, durante la trasmissione Partita Doppia.

Insieme al quintetto genovese, i MB, la Valente incide quattro album e calca di nuovo il palco del Teatro Ariston in occasione del Festival di Sanremo 1993, e nell’autunno di quell’anno è presente al Festival Italiano, in onda su Canale 5, con la conduzione di Mike Bongiorno.

La morte di uno dei fondatori storici e leader del complesso dei Matia Bazar, il bassista Aldo Stellita, venuto a mancare il 9 luglio 1998, segna la fine della formazione musicale.

Dopo l’abbandono della band, Laura Valente si prende una pausa dal mondo della musica e si dedica alla sua vita privata.

Ritorna sui suoi passi continuando come corista nel 1999, collaborando con artisti del calibro di Loretta Goggi nella versione con i cori del brano Io nascerò, testo di Pino Mango, suo compagno di vita.

Gli anni duemila si aprono con il film televisivo Padre Pio, per la regia di Carlo Carlei, dove fa parte della colonna sonora della pellicola.

Torna a calcare il palco dell’Ariston nel 2007, nel corso della terza serata della rassegna musicale sanremese, interpretando un duetto del brano di Mango, Chissà se nevica, e poi nel 2016 in qualità di giudice, invitata dal conduttore e presentatore Carlo Conti.

Instagram

Presente sui social, in particolar modo, su Instagram con il nome utente @lauravalente63, dove la madre di Angelina Mango è seguita da oltre dodicimila followers.

Laura Valente, madre di Angelina Mango, Pino Mango moglie, vedova di Mango
Laura Valente (Fonte: Instagram)

Sul profilo Instagram Laura Valente, troviamo diversi post che la ritraggono in compagnia dei figli, insieme ai colleghi, nei momenti della sua quotidianità, e post legati alla sua attività lavorativa.

Gossip Chi, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA