Skip to Content

Mino Reitano chi era, canzoni, libro, moglie, figlie, malattia

Mino Reitano, talento cristallino dotato di un timbro vocale unico e inconfondibile, che ci ha regalato delle perle assolute, che ancora oggi vengono cantate e ricordate con affetto.

Nel nostro consueto appuntamento, andremo a parlare di un artista musicale che fa parte della storia del nostro paese.

Mino Reitano
Mino Reitano

Mino Reitano chi è?

Se siete amanti del bel canto e delle canzoni piene di melodia e di amore, vi sarà capitato sicuramente di vedere esibirsi questo grande interprete nostrano, che con passione e dedizione, ha portato alla ribalta parecchi successi di Mino Reitano, considerati ormai dei veri e propri cult della musica leggera italiana.

Conosciuto principalmente come cantautore, era famoso per le sue performance piene di vitalità e di una esuberanza contagiosa e trascinante.

Nelle canzioni di Mino Reitano parlava spesso di temi profondi come i problemi legati al Mezzogiorno e alle difficili condizioni degli emigranti, specialmente negli anni sessanta e settanta.

Oltre ad essere autore delle musiche di tutte le sue produzioni, quasi sempre in collaborazione con i suoi fratelli, è molto noto anche come compositore di grande spessore, scrivendo brani di successo per altri cantanti di primo piano, come Una ragione di più interpretata da Ornella Vanoni, che viene considerata un evergreen.

Ha avuto anche esperienze come attore, recitando in film di Mino Reitano di vari generi, spaziando dalla commedia ai Western fino al drammatico.

Tra i più conosciuti, possiamo citare: Una vita lunga un giorno, girato nel 1973 da Ferdinando Baldi; Povero Cristo, del 1975; L’Italia in pigiama, del 1977 diretto da Guido Guerrasio; e Sono pazzo di Iris Blond, del 1996 diretto ed interpretato dal poliedrico Carlo Verdone al fianco della bellissima Claudia Gerini.

Si è cimentato anche nella scrittura, pubblicando un libro intitolato Oh Salvatore!, uscito nel 1976.

Nella sua lunga e gloriosa carriera, ha pubblicato 24 album e 3 raccolte, e ha partecipato per ben sette volte al prestigioso Festival di Sanremo.

Nelle prossime linee scopriremo tutto sulla vita privata e la strepitosa carriera di questo istrionico artista italiano.

Mino Reitano biografia

L’attore e cantautore Beniamino Reitano, detto Mino, è nato a Fiumara, piccolo paese in provincia di Reggio Calabria, il 7 dicembre del 1944.

Mino Reitano
Mino Reitano

Si appassiona alla musica sin da giovane, seguendo le orme del padre Rocco, ferroviere e direttore, per diletto, della banda patronale di Fiumara.

Dopodiché si iscrive al Conservatorio Francesco Cilea, dove studia pianoforte, violino e tromba.

Ha tre fratelli di nome Franco, Vincenzo e Antonio con cui ha esordito come artista rock and roll partecipando al Festival di Cassano allo Ionio e alla celebre Rassegna della musica calabrese, ottenendo un ottimo riscontro.

Mino Reitano età, segno zodiacale

Purtroppo nel 2007 gli viene diagnosticato un cancro all’intestino e in seguito viene sottoposto a diversi interventi chirurgici. Ci lascia nel 2009 all’età di 64 anni.

Dunque, l’artista calabrese è scomparso ad Agrate Brianza, il 27 gennaio del 2009. Inoltre, il segno zodiacale di Mino Reitano era quello del Sagittario.

In seguito, è stato sepolto nel Cimitero di Agrate Brianza e al suo funerale erano presenti personaggi del calibro di Mike Bongiorno; Little Tony; il cantante bolognese Gianni Morandi; Massimo Ranieri e Adriano Celentano con la moglie Claudia Morì.

Mino Reitano moglie

Il compositore di origini calabresi si è sposato nel marzo 1977 con Patrizia Vernola.

Mino Reitano e Patrizia, Mino Reitano, Mino Reitano moglie
Mino Reitano e Patrizia

La coppia ha messo al mondo due figlie di Mino Reitano, Giuseppina Elena, nata nel 1978, e Grazia Benedetta nel 1979.

Mino Reitano e Patrizia si sono conosciuti mentre lei era in vacanza con la sua famiglia e lui era impegnato in un concerto.

Sono stati insieme fino alla morte prematura del cantante.

Carriera

Ha debuttato nel 1961 con il 45 giri Tu sei la luce/Non sei un angelo, grazie al quale ottiene un piccolo trafiletto su TV Sorrisi e Canzoni.

Sempre nello stesso anno Mino Reitano si trasferisce in Germania dove ha la possibilità di suonare insieme ai mitici Beatles, in alcuni club del paese.

Dopo essere tornato in Italia, nel 1967 partecipa al Cantagiro con il brano Quando cerco una donna.

L’anno successivo ottiene un grande successo con la canzone Avevo un cuore (che ti amava tanto), uno dei suoi brani più conosciuti.

Nel 1971 debutta nel mondo del cinema con il film Tara Poki.

Più tardi, nel 1980, compone per l’Inter, l’inno Alè Inter. Sempre nello stesso anno partecipa e compone la colonna sonora del film Lady Football.

Di seguito, nel 1988, partecipa a Sanremo cantando Italia, scritta da Umberto Balsamo che è tuttora la sua canzone più iconica.

Siamo nel 2000 quando prende parte all’incisione dell’inno composto per il centenario della Lazio.

L’anno dopo è nel cast della trasmissione La notte vola, in onda su Canale 5 e condotta da Lorella Cuccarini, dove si aggiudica la vittoria finale.

Oltre a questo, il 1º ottobre 2006 a Pescara, si esibisce nel suo ultimo concerto che viene trasmesso in esclusiva da Rai 3.

Infine, nel 2007 ha tenuto la sua ultima esibizione dal vivo, all’interno della trasmissione televisiva Piazza Grande in onda su Rai 2.

L’ultima apparizione in TV del grande cantante e attore Mino Reitano è andata in scena il 12 febbraio del 2008 a La vita in diretta, su Rai 1.

Gossip Chi, La Redazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA